Carlo Pagliai
Ingegnere urbanista
Autore di “Ante ’67

Come comportarsi per dimostrare l’epoca di costruzione con aerofoto

Per prima cosa ci tengo a ricordare quanto sia difficile reperire idoneo materiale probante l’edificazione di manufatti in epoca e zona nei quali non era obbligatorio premunirsi della licenza edilizia. Torno su questo argomento dopo aver esaminato la sentenza del Consiglio di Stato n. 4769/2020 (su segnalazione dell’Ing. Mauro Federici che ringrazio).

Eppure il problema si ripropone a decenni di distanza, soprattutto per una fetta consistente di edifici (o porzioni di essi) costruiti a cavallo della fatidica data 1° settembre 1967.
Si tratta della data di entrata in vigore della Legge “ponte” n. 765/67, con cui fu esteso l’obbligo di licenza edilizia su tutto il territorio comunale.

Questo l’argomento principe che ho trattato nel mio libro “Ante ’67”:

Inoltre è importante sottolineare che l’obbligo di licenza edilizia su tutto il territorio poteva essere stato imposto già prima della L. 765/67 dal Regolamento edilizio comunale, in aggiunta ai centri abitati e alle zone di espansione PRG previste dalla versione originaria dell’art. 31 L. 1150/42.

Resta il fatto che dimostrare l’esistenza di edifici in zone del territorio comunale, in cui non vigeva obbligo di licenza edilizia, è una sfida difficile da affrontare.

E’ utile rammentare che la licenza edilizia si è utilizzata dal periodo intercorso tra la L. 1150/42 e la L. 10/1977.

Le “fonti” documentali e cartografiche sono scarse, per non dire mute. Pensiamo ad esempio:

  • Assenza di accatastamento (es. gli edifici agricoli esonerati dall’accatastamento);
  • Assenza di licenze edilizie, o di altri titoli autorizzativi dirsi voglia (paesaggistica, antisismica, ecc);
  • Carenza qualitativa o insufficiente dotazione di aerofotogrammetrie per quella zona;

In altre parole, può persino presentarsi situazione di zone sprovviste di coperture aerofotogrammetrie in epoca antecedenti al 1° settembre 1967 (APPROFONDIMENTO).

Analizziamo quest’ultimo punto perché si presenta in maniera sistematica in fase di accertamento della legittimazione urbanistica dell’immobile, che sia per atti di compravendita che per pratiche edilizie.

Incertezza di riconoscimento edificio Ante ’67 nelle aerofotogrammetrie: in caso di dubbi cosa succede?

La spiegazione prosegue nell’area riservata: iscriviti!

PROSEGUI Lettura in AREA RISERVATA

accedi o iscriviti gratis

per beneficiare di contenuti speciali



Articoli recenti