Ricostruire In Deroga Alle Distanze Legali Con L.R. N° 65/2014

Ricostruire in deroga alle distanze legali con L.R. n° 65/2014

La nuova legge urbanistica toscana L.R. 65/2014 si è spinta coraggiosamente anche in materia di Distanze legali. Il comma 1 dell'articolo, limitatamente ai casi disciplinati dai Piani Operativi (i futuri Reg. Urbanistici), consentirà alle ristrutturazioni "sostanziali" (quelle interessanti le sagome edilizie) e alle sostituzioni edilizie (quindi a tutte le casistiche di demolizione con ricostruzione), relative ad edifici legittimamente posti a distanze tra pareti finestrate e pareti di edifici antistanti inferiori a 10 metri, di mantenere una distanza inferiore ai dieci metri e a condizione di non ridurre quella preesistente.
Riflessioni Critiche Sulla Nuova Legge Urbanistica Toscana: Legittimazione E Sanzioni

Riflessioni critiche sulla nuova Legge urbanistica toscana: Legittimazione e sanzioni

L'INNOVAZIONE. La nuova L.R. 65/2014 introduce due articoli, il 207 e 208 che dispongono le sanzioni per opere e interventi edilizi abusivi rispettivamente anteriori al 01 settembre 1967 e al 17 marzo 1985. Soprattutto il primo, il n° 207, somiglia vagamente all'Art. 48 della Legge regionale ligure n° 16/2008, che si riporta nelle note [2], precisando che quest'ultima era fondata su presupposti diversi quali l'esistenza dell'Abitabilità/Agibilità.
DM 236/1989 – Regolamento Attuazione L. 13/89

DM 236/1989 – Regolamento attuazione L. 13/89

Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche.