Edificio Unifamiliare

Il Comune può svolgere le verifiche anche dopo i termini di legge sulla SCIA incompleta o non veritiera

La SCIA è una procedura edilizia con cui sono consentiti interventi edilizi di una certa rilevanza, in molti casi perfino alla demolizione e ricostruzione di un edificio esistente (salvo quanto diversamente previsto da norme regionali, strumenti urbanistici e regolamenti edilizi comunali, vincoli, ecc.).

Potrebbe essere anche utilizzata per abilitare le varianti non sostanziali al Permesso di Costruire, di cui ho parlato in questo approfondimento.

Il legislatore ha introdotto la procedura della Segnalazione Certificata Inizio Attività a partire dall’anno 2010, perfezionandola con ulteriori modifiche normative, prime tra tutti il D.Lgs. 222/2016 e le altre norme della “Riforma Madia” della P.A.

La SCIA non va considerata una sorta di autorizzazione ottenuta col Silenzio-assenso della Pubblica Amministrazione, per cui spieghiamo meglio di cosi si tratta.

Natura giuridica della SCIA

Essa costituisce una istanza e dichiarazione di volontà privata di intraprendere una determinata attività ammessa direttamente dalla legge, e non costituisce un’istanza di parte volta all’avvio di un procedimento amministrativo che si conclude in forma tacita (Cons. di Stato n. 2721/2021).

Questo tipo di impostazione e inquadramento giuridico esclude la possibilità che il Comune (o l’ente pubblico) debba comunicare al segnalante l’avvio del procedimento o il preavviso di rigetto ex art. 10-bis della legge n. 241 del 1990 prima dell’esercizio dei relativi poteri di controllo e inibitori (Cons. di Stato n. 2721/2021).

Il titolare della SCIA è titolare di una posizione soggettiva originaria che trova fondamento diretto e immediato nella legge. Per eseguire l’intervento edilizio oggetto di segnalazione, egli non ha bisogno di alcun consenso da parte dell’amministrazione e, pertanto, la segnalazione certificata di inizio attività non instaura alcun procedimento autorizzatorio destinato a culminare in un atto finale di assenso, espresso o tacito.

La segnalazione certificata di inizio di attività, costituisce uno strumento di liberalizzazione delle attività (edilizie) private che non sono più sottoposte ad un controllo amministrativo di tipo preventivo, ma avviabili sulla base di una mera segnalazione da sottoporre al successivo controllo amministrativo.

Efficacia condizionata a completezza e veridicità

Prosegui la lettura iscrivendoti in Area riservata:

PROSEGUI Lettura in AREA RISERVATA

accedi o iscriviti gratis

per beneficiare di contenuti speciali



Articoli recenti