Pubblicato il provvedimento attuativo del D.L. 34/2020 per le modalità di trasmissione dell’Asseverazione all’Enea e organi competenti

Finalmente è stata emanato sul MISE il provvedimento atteso dai tecnici professionisti, relativo alle modalità di trasmissione e modulistica da inviare (Fonte), affiancando l’altro Decreto sui Requisiti tecnici.

Si chiama “Decreto Asseverazioni”, firmato dal ministro in data 3 agosto 2020 e a breve andrà in Gazzetta Ufficiale (in aggiornamento).

Ci sono diversi punti interessanti:

  • ogni dichiarazione viene resa dal professionista sotto forma di asseverazione, e richiama le responsabilità penali previste dagli articoli 47, 75 e 76 del DPR 445/2000; cioè non sono quelle previste invece per la SCIA.
    Attenzione: in caso di falsità si decade dal beneficio e dall’efficacia della stessa;
  • La dichiarazione va trasmessa entro novanta giorni dall’ultimazione dei lavori, quando sono conclusi definitivamente (vedasi stato avanzamento);

Il professionista abilitato è chiamato a dichiarare l’asseverazione per i seguenti aspetti:

  • che il beneficiario rientri tra i soggetti aventi diritto al superbonus;
  • la rispondenza dei dati tecnici dichiarati dall’allegato D del Decreto “Requisiti Ecobonus;
  • la rispondenza della tipologia immobiliare ammessa al beneficio ex art. 119 del D.L. 34/2020;
  • la rispondenza degli interventi “trainanti e trainati” o ulteriori interventi ammessi al Superbonus;
  • la congruità degli stessi interventi al rispetto dei costi previsti dal “Decreto requisiti ecobonus”;
  • l’esistenza e rispondenza delle condizioni assicurative professionali richieste dallo stesso D.L. 34/2020:

Gli allegati 1 e 2 sono due moduli che richiedono puntualmente dati sulle caratteristiche delle componenti utilizzate, delle caratteristiche di intervento ammesse al Superbonus 110 per cento e sugli aspetti energetici complessivi.



Articoli recenti