Domanda Di Condono Edilizio Dolosamente Infedele

Domanda di condono edilizio dolosamente infedele

L’esecuzione di opere abusive anteriori a una certa data è la condizione necessaria per il rilascio del condono edilizio 

Carlo Pagliai
Ingegnere urbanista
Autore di “Ante ’67

Alcuni si vantano di aver fatto abusi edilizi nottetempo ai primi segnali dell’arrivo di un Condono edilizio

Un presupposto fondamentale della presentazione della domanda di condono è l’avvenuta esecuzione dell’abuso entro certe date, ognuna diversa per i tre provvedimenti di sanatoria edilizia straordinaria (Legge 47/85, L. 724/94 e 326/2003).

Tale presupposto come può essere provato? In genere nelle procedure e istruttorie amministrative al cittadino interessato a concludere il condono edilizio viene richiesto di sottoscrivere apposita autocertificazione attestante l’epoca di ultimazione dell’abuso nei termini previsti da ogni provvedimento straordinario.

Le tre date di ultimazione delle opere abusive riferite ai tre Condoni ediizi sono:

  • 01 ottobre 1983 (L. 47/85);
  • 31 dicembre 1993 (L. 724/94);
  • 31 marzo 2003 (L. 326/03);

PROSEGUI Lettura in AREA RISERVATA

accedi o iscriviti gratis

Un anno di accesso gratuito ai contenuti speciali