Sanatoria o Compatibilità paesaggistica: [Video bonus]

Attualmente c’è solo una procedura per regolarizzare gli interventi nelle zone paesaggistiche vincolate.


Carlo Pagliai  Ingegnere e urbanista
Urban Planning, building and real estate consultant
Blogger, YouTuber and digital communicator

logo twitter   Linkedin   Facebook    


La procedura avente effetto di sanatoria paesaggistica, cioè la Compatibilità Paesaggistica, riguarda una ridotta gamma di opere e interventi abusivi compiuti nelle aree vincolate ai sensi della Parte III del Codice dei Beni Culturali. 

In questo breve video si commenta e descrive la procedura, sottolineando i casi in cui non è possibile presentare questo tipo di domanda; in particolare, questa procedura non può essere applicata in caso vincoli idrogeologici, di rischio idraulico e quant’altro.

Il Legislatore con questa procedura ha voluto dare un forte giro di vite contro l’abusivismo in molte regioni.

Lascia pure un commento nel video, ti risponderò prima possibile.

 

Altri articoli

This Post Has 2 Comments
  1. Se intendi alterazioni dei prospetti derivanti da solo aumento volumetrico, direi di sì, ma con attenzione: l’intervento doveva essere già dotato di apposita autorizzazione paesaggistica.

  2. E’ possibile invocare il punto A.31 dell’allegato A al DPR 31/2017 (semplificazione paesaggistica) sulla tolleranza del 2% sugli aumenti volumetrici per non essere assoggettati a valutazione di compatibilità paesaggistica per le alterazioni dei prospetti conseguenti all’aumento volumetrico citato?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *