Distanze Tra Costruzioni In Centro Storico

Distanze tra costruzioni in Centro Storico

Carlo Pagliai
Ingegnere urbanista
Autore di “Ante ’67

Esiste una particolare deroga al regime delle distanze minime nelle zone omogenee A

E’ assai nota la norma sulle distanze minime tra costruzioni, introdotta col D.M. 1444/68, anche ai non addetti ai lavori.

Il decreto disciplina le distanze minime edificatorie in base alle zone e ad altre condizioni.
Se vuoi un breve approfondimento video, guarda il video, altrimenti prosegui oltre sulle distanze minime da tenere nelle Zone Omogenee A, Centri storici e nuclei storici.

INDICE
– Definizione Zone Omogenee A – centri e nuclei storici
Nuove costruzioni
Superfetazioni
– Strumenti urbanistici e regolamenti edilizi a supporto

Probabilmente sei abituato a vedere edifici molti ravvicinati nei centri storici, perchè in queste zone le costruzioni sono state costruite molto tempo fa.

I corpi di fabbrica degli edifici si sono stratificati e aggiunti nel corso dei secoli, densificando sempre più il tessuto storico per eccellenza.

La stessa dinamica ha caratterizzato l’edificazione anche nei nuclei storici sparsi, cioè situati nelle zone agricole. Chiaramente, la compattezza di questi tessuti storici ha imposto una particolare disciplina delle distanze legali.

Ed è per questo che l’art. 2 del D.M. 1444/68 ha:

  • individuato le zone omogenee A;
  • disciplinato le distanze legale per esse;

Definizione delle zone omogenee A secondo il D.M. 1444/68:

Per prima cosa è necessario riportare la definizione normativa vigente, e inserita col noto Decreto Ministeriale n. 1444/68, emanato in forza della Legge ponte n. 765/67.

A – le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestano carattere storico, artistico e di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;

La definizione delle Zone Omogenee A è spiegata nell’articolo seguente:

Il D.M. 1444/68 ha ricompreso anche i centri storici nella disciplina delle distanze minime tra edifici

continua a leggere in Area riservata

accedi o iscriviti gratis

Un anno di accesso gratuito ai contenuti speciali