Carlo Pagliai
Ingegnere urbanista
Autore di “Ante ’67

Nei permessi e sanatorie occorre tenere distinte le definizioni usate nelle diverse discipline

Sembra strano ma ad oggi se uso la parola “volume” in ambito edilizio urbanistico, non corrisponde esattamente a quelli in ambito paesaggistico.

Il problema nasce sopratutto quando si deve ottenere la regolarizzazione di manufatti illeciti realizzati in zone con vincolo paesaggistico ai sensi del D.Lgs. 42/2004, comportanti volumetria.

Questo tipo di manufatto, qualora realizzato in aree vincolate come sopra senza i relativi titoli abilitativi, comporta il compimento di due distinti illeciti:

  • paesaggistico: art. 167 e 181 del D.Lgs. 42/2004;
  • edilizio: art. 31 del D.P.R. 380/01;

Per il comune cittadino è più che naturale immaginare invece che la definizione di volumetria rimanga la stessa in entrambe le discipline.

Purtroppo non funziona così: infatti la disciplina paesaggistica segue il proprio percorso indipendente e disgiunto da quello puramente edilizio.

Regolarizzare manufatti in zona con vincolo paesaggistico è molto complesso.

In primis è già difficile regolarizzare le volumetrie abusive in ambito edilizio: infatti per esse il Testo Unico per l’edilizia D.P.R. 380/01 con gli articoli 36 e 37 prevede il rispetto del criterio di doppia conformità riferito a:

  • epoca dell’abuso;
  • momento presentazione dell’istanza;

A questo bisogna aggiungere anche la regolarizzazione in ambito paesaggistico, tramite l’unica procedura prevista dall’art. 167 del Codice dei Beni culturali e paesaggio D.Lgs. 42/2004.
Questa procedura di regolarizzazione è assai diversa dalla precedente perchè contiene una serie di forti limitazioni.

E tutto gioca appunto attorno alla definizione di volume o superfici (o meglio, alle rispettive definizioni in ambito urbanistico e paesaggistico).

Completa la lettura in area riservata, iscriviti gratuitamente:

PROSEGUI Lettura in AREA RISERVATA

accedi o iscriviti gratis

per beneficiare di contenuti speciali



Articoli recenti