Agevolazioni fiscali ristrutturazioni edilizie con demolizione e ricostruzione volumetrica

Il confine tra ristrutturazione edilizia e nuova costruzione è stabilito nella demolizione e ricostruzione con stessa volumetria, oltre il quale è necessario chiedere il permesso di costruire.


Carlo Pagliai  Ingegnere e urbanista
Urban Planning, building and real estate consultant
Blogger, YouTuber and digital communicator

logo twitter   Linkedin   Facebook    


Ristrutturare un immobile può significare anche demolire e ricostruzione con stessa volumetria di partenza.

Diverso è il caso se la volumetria aumenta o perfino diminuisce, ne parliamo nel video. Prosegui la lettura dell’articolo qua sotto.

L’altro giorno, mentre parlavo con Braian, mi è venuto a mente che le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie sono limitate a questi interventi, escludendo le nuove costruzioni o interventi rilevanti come sostituzione edilizia.

Con questo video condivido una riflessione con la quale si debba individuare lo spartiacque tra ristrutturazione leggera e pesante, cioè rispettivamente tra quelle che modificano le volumetrie o meno.

Indubbiamente di fronte ad una ricostruzione con volumetria maggiore a quella di partenza si configura la cosiddetta ristrutturazione edilizia pesante, cioè soggetta a Permesso di Costruire e comportante in pratica la cosiddetta sostituzione edilizia.

In poche parole, si va a sconfinare in quello che è il regime di nuova costruzione vero e proprio, anche se c’è una costruzione preesistente.

Se vuoi commentare il video, sarò lieto di rispondere direttamente nel canale YouTube.

 

This Post Has 5 Comments
  1. La ristrutturazione edilizia, con la volumetria iniziale oppure con una modifica della volumetria, in aumento o in diminuzione sempre ristrutturazione edilizia rimane.
    Il permesso di costruire, nel caso della ristrutturazione edilizia, è previsto fin dal 2001 quando questa si configura come una trasformazione edilizia e ciò non può che avvenire se non facendo un nuovo manufatto (escludendo il caso della modifica dei prospetti).

  2. La conosco, ma il T.U. ha una riserva di legge nel campo dell’edilizia, non è che si possono rilasciare i permessi di costruire in base alle circolari.
    Poi ci sono tante situazioni, in primis va individuato il titolo abilitativo in base al T.U., poi le agevolazioni possono cambiare di anno in anno.

  3. ti segnalo una interessante circolare dell’agenzia delle entrate pubblicata qualche giorno fa in materia di Sisma bonus, non ricordo gli estremi ma puoi trovarla facilmente anche su Edilportale.

  4. Ho rivisto il video più volte ma non ho capito se a tuo avviso la demolizione totale con ricostruzione ed aumento di volumetria mantiene le agevolazioni per la ristrutturazione edilizia, a prescindere dal titolo abilitativo.

    “In poche parole, si va a sconfinare in quello che è il regime di nuova costruzione vero e proprio, anche se c’è una costruzione preesistente.”

    Il fatto che serva il permesso di Costruire per un nuovo manufatto, fa decadere le agevolazioni (caso art. 10 c. 1 lett. a) o mantiene le agevolazioni per ristrutturazione edilizia (caso art. 10 c. 1 lett. c)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *