Collegare correttamente il pozzetto degrassatore

di CARLO PAGLIAI                 Richiedi una consulenza      segui su:   logo twitter     Linkedin    Facebook

Spesso si riscontrano errati trattamenti per gli scarichi di acque saponose (quelle senza pupù): proviamo a schematizzare la corretta esecuzione.
A prescindere dalle specifiche norme regionali in materia di smaltimento acque reflue, la buona tecnica e le vigenti norme nazionali (D. Lgs. 152/06) esigono che le acque saponose debbano essere trattate da un pozzetto degrassatore opportunamente dimensionato e di seguito incanalate nella seconda camera di una fossa bi o tricamerale (tradizionale o Imhoff).

Il motivo
Il pozzetto degrassatore, lo dice appunto io nome, ha mera funzione di abbattere i grassi dei saponi, ma non è deputato ad abbattere anche il carico organico normalmente contenuto negli scarichi di lavandini, cucine, acquai, lavastoviglie, bidet e docce: pensiamo alle briciole o scarti organici delle cucine stesse.
Questi scarti organici saranno invece abbattuti, dopo aver attraversato il degrassatore, nella seconda camera della fossa bi o tricamerale, che svolge invece specifica funzione di trattamento e riduzione del carico organico proveniente dalle acque “grigie”.
A valle della tricamerale poi deve esservi un trattamento o sistema di smaltimento finale specifico.

Quando invece si trova un pozzetto degrassatore non collegato alla seconda camera della fossa, si è di fronte ad un errato sistema di smaltimento, anche se realizzato ai tempi della nonna Adelmina; occorre quindi adeguarlo prontamente, onde evitare sanzioni e possibili richieste risarcitorie per danni derivanti da essa.

schema smaltimento liquami

di CARLO PAGLIAI                 Richiedi una consulenza      segui su:   logo twitter     Linkedin    Facebook

 

Altri articoli

This Post Has 4 Comments
  1. è una fattispecie che accade molto spesso, sopratutto negli immobili dotati di poco resede esterno. In linea di massima non ci sono controindicazioni (consigliato doppio chiusino sigillante), consiglio tuttavia di consultare i vostri regolamenti locali edilizi e igienico-sanitari.

  2. Salve, vorrei sapere se è possibile installare il pozzetto degrassatore sotto il pavimento nel bagno che vorrei ristrutturare rare e collegarlo alla seconda camera della fossa (questa già presrnte esternamente) o se ci sono controindicazioni. Purtroppo non c’è spazio per l’installazione esterna accanto alla fossa biologica. Grazie

  3. Ti ringrazio per il complimento. Noi tecnici siamo sempre più spesso tra l’incudine della normativa/buon costruire e il martello dell’ignoranza altrui.

  4. Buongiorno,

    Inizio con fare i complimenti per il sito e per la professionalità negli articoli; purtroppo giornalmente mi scontro con muratori ed idraulici che mi rimproverano dicendo che incanalando le acque grigie “degrassate” all’interno della Imhoff, questa non funziona correttamente provocando intasamenti costanti. Quindi mi trovo sempre tra quello che è la carta/normativa e quello che è la realtà. Il giusto dove sta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriviti in newsletter?