Nella versione approvata del PIT emanata il 27 marzo 2015 e pubblicata sul BURT il 20/05/2015, il famigerato piano paesaggistico della Toscana, vi sono due importanti allegati aggiuntivi inerenti la classificazione e individuazione delle aree non idonee alla realizzazione di impianti di produzione energia rinnovabile eolica e a biomasse.

Essi individuano nel merito le aree vincolate anche da un punto di vista paesaggistico, e per le stesse indicano modalità, possibilità e prescrizioni alla realizzazione dei suddetti impianti.

In alcuni casi vi è il divieto assoluto alla realizzazione, ma in buona parte di essi sono previsti limiti e prescrizioni da tenere conto ai fini di un inserimento armonico sul territorio e poco impattante sul paesaggio.

Si tratta di un importante documento per chi opera nel settore delle energie rinnovabili, tenuto conto che la Toscana è una regione dotata di elevato potenziale energetico sia per biomasse sia per l’eolico.

CARLO PAGLIAI, Ingegnere urbanista, esperto in materia di conformità urbanistica negli atti notarili e commerciabilità degli immobili

CONTATTINEWSLETTERVIDEO

Articoli recenti

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *