Geometri italiani al tempo dell’innovazione digitale – Expo 2015

Milano, 27 ottobre 2015 – Galleria Meravigli – Ore 14,30 – 18,30

Come cambia il modello organizzativo e di business per gli antichi agrimensori: l’analisi e gli strumenti al centro del convegno

La tecnologia al servizio dell’edilizia: il futuro e’ smart e sostenibile”

(Scarica il programma)

Dopo la tecnologia che ha sempre affiancato i Geometri Italiani nelle loro complesse misure e valutazioni, un nuovo alleato è entrato a pieno titolo nella resa dei servizi tecnici all’avanguardia. Si tratta del digitale: una soluzione che 3 geometri su 4 hanno adottato a sostegno di un nuovo modello organizzativo e di business. Un quadro in continua evoluzione, come confermano le adesioni a GEOWEB, la piattaforma di CNGeGL e Sogei Spa che eroga servizi IT per la conservatoria, l’accesso e la consultazione di banche dati, le ispezioni ipotecarie, la sovrapposizioni degli estratti di mappa alle ortofoto, i corsi di aggiornamento professionale in e-learning, ecc.. In 15 anni le adesioni hanno raggiunto quota 35mila, ossia oltre un terzo dei 107mila geometri iscritti all’Albo. In sintesi: la community italiana online più rappresentativa.

Si tratta di numeri favoriti negli ultimi mesi dagli adempimenti normativi come, per esempio, l’obbligatorietà della trasmissione telematica degli aggiornamenti catastali (giugno 2015), il deposito delle relazioni, la gestione del fascicolo e dei pagamenti per i CTU nel Processo Civile Telematico (aprile 2014), la fatturazione elettronica verso la PA (giugno 2014). Sono solo alcuni esempi di elevato impatto ma è subito chiaro quanto il digitale non servirà ai Geometri Italiani per aumentare solo la produttività e per migliorare le efficienze, bensì per impostare nuovi modi di relazionarsi con la clientela, pubblica e privata, e per stringere alleanze con i partner con i quali offrire nuove consulenze, in grado di fidelizzare un portfolio sempre più ampio di soggetti fruitori.

 

Sugli strumenti e sulle linee evolutive che interessano i tecnici del territorio, come il GIS – Geographic Information System, l’APR – Aeromobili a Pilotaggio Remoto; il SIT – Sistema Informativo Territoriale; il BIM – Building Information Modeling, si confronteranno i relatori del convegno “La tecnologia al servizio dell’edilizia: il futuro è smart e sostenibile”. Organizzato dai Geometri Italiani, in agenda a Milano il 27 ottobre presso Galleria Meravigli (ore 14,30 – 18,30), all’appuntamento saranno presenti: Maurizio Savoncelli (Presidente Nazionale CNGeGL), Serafino Frisullo (Consigliere Nazionale CNGeGL), Antonio Bottaro (AD Geoweb Spa, società di servizi telematici per professionisti), Gabriele Santiccioli (Presidente Fly Top), Zaira Baglione Pagliaroli (geometra, CNGeGL di Roma), Franco Maggio (Direttore Centrale Catasto e Cartografia Agenzia delle Entrate), Vittorio Mottola (Ingegnere edile, consulente tecnico di sistemi).

Al termine dell’appuntamento, per sottolineare i temi dell’evoluzione e del cambiamento approfonditi, la Fondazione Geometri Italiani ha deciso di assegnare una targa celebrativa al Geometra Romano Bignozzi, Responsabile della programmazione e della esecuzione dei lavori del cantiere di EXPO Milano 2015, quale testimonianza di una professionalità capace di volgere lo sguardo al futuro pur continuando a conservare le sue radici storiche.

 “Riflettere sui cambiamenti in atto” spiega Maurizio Savoncelli, Presidente del CNGeGL “è il primo passo per divenire parte attiva di un processo destinato a modificare radicalmente il mondo delle costruzioni: molte imprese di settore sono consapevoli che investire nell’innovazione tecnologica è necessario per essere competitivi sui mercati. E’ un processo che apre a nuove opportunità di lavoro che noi professionisti dobbiamo essere pronti a cogliere sviluppando competenze ad hoc e, soprattutto, reti di condivisione del sapere”.