CNGeGL: Il parere del MIUR sull’equipollenza dei diplomi tecnici

L’ufficio legislativo del Ministero dell’Istruzione ritiene favorevole l’equipollenza dei nuovi diplomi istruzione tecnica CAT con quelli del previgente ordinamento ai fini dell’accesso all’esame abilitante alla professione di Geometra.

Nel comunicato si evince, con lineare argomentazione, che secondo il MIUR sia congruente l’equipollenza, lasciando tuttavia agli Ordini e Collegi l’onere di tutelare la qualità dell’iscrizione agli Albi suggerendo uno specifico parere al Ministero della Giustizia, organo competenze in tema di vigilanza sugli Ordini e Collegi professionali, in merito all’obbligo del titolo di studio della laurea triennale per l’esercizio delle professioni di geometra, perito industriale, agrotecnico e perito agrario.

La dichiarazione espressa dal CNGeGL:
« “E’ con nostra grande soddisfazione che rendiamo noto il parere dell’Ufficio Legislativo del MIUR in ordine alla validità/efficacia dei nuovi diplomi, fra i quali, il titolo di istruzione tecnica CAT, ai fini dell’accesso agli esami di abilitazione all’esercizio delle specifiche professioni”.
Con queste parole, il Presidente Nazionale CNGeGL Maurizio Savoncelli, ha commentato il parere contenuto nel documento rilasciato ufficialmente dal MIUR. Tale parere è stato reso dall’Ufficio Legislativo, condiviso dall’Ufficio di Gabinetto del Ministro e reso pubblico nel corso di un incontro, che si è tenuto in data odierna, presso la Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici, Ufficio V, alla presenza dei Presidenti dei Consigli Nazionali interessati e intervenuti per l’occasione. 
“Si conclude positivamente e in base a quanto da noi sostenuto l’equipollenza dei diplomi in esame a quelli del previgente ordinamento (per i geometri il diploma rilasciato dall’ITG, ndr). I diplomati degli Istituti CAT potranno partecipare agli esami di Stato per l’accesso alla professione di geometra secondo le disposizioni normative attualmente vigenti. Finalmente, conclude il Presidente Savoncelli,ora possiamo preoccuparci solo delle migliaia di ragazzi che ambiscono a completare il percorso di formazione e all’accesso all’esame di abilitazione per la professione”. »
QUI il parere del MIUR
QUI la circolare CNGeGL
QUI per approfondire

Fonte: Comunicato stampa