Ultimazione dei lavori: nozione e concetto

Ai fini repressivi degli abusi edilizi e prescrizionali, l’ultimazione dei lavori è un riferimento temporale rilevante

cantiere – immagine non attinente all’articolo – ph Carlo Pagliai


Carlo Pagliai

di Carlo Pagliai                     segui su:   logo twitter     Linkedin    Facebook


I reati edilizi hanno natura fisica permanente e la loro consumazione si protrae per tutto il tempo in cui continua l’attività edilizia illecita.

Tale natura continuativa cessa soltanto al momento della totale sospensione dei lavori conseguente all’adozione di un provvedimento autoritativo (ordinanza) ovvero al momento della desistenza volontaria da parte dell’esecutore (proprietario), consistente in un comportamento di definitiva cessazione del persistere della condotta illegittima (Cass. Pen. III n. 48577 del 17 novembre 2016, Sez. 3, n. 49990 del 4/11/2015).

Ai fini della decorrenza del termine prescrizionale può coincidere con l’ultimazione delle stesse opere abusive.

A sua volta l’ultimazione dei lavori, secondo l’orientamento accolto dalla corte di Cassazione, coincide con la conclusione dei lavori di rifinitura interni ed esterni, quali gli intonaci e gli infissi (Cass. Pen. III n. 48577 del 17 novembre 2016, (Cass. Pen. III n. 48002/2014).

In tal modo anche il suo effettivo utilizzo , anche se accompagnato dall’attivazione di utenze e dalla presenza di persone al suo interno, non è sufficiente per ritenere sussistente l’ultimazione dell’immobile abusivamente realizzato (Cass. Pen. III n. 48002/2014).

Quindi in presenza di un manufatto ancora allo stato grezzo, privo di tinteggiatura esterna, gli impianti non ancora completati, così come le rifiniture, non può essere individuata l’avvenuta ultimazione dell’opera e la sua entrata in funzione per cui è destinata.

 

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato seguimi sulla pagina  Facebook oppure iscriviti alla newsletter:

 

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriviti in newsletter?